Introduzione

I sostegni alla promozione sono aiuti di natura selettiva assegnati a fondo perduto da commissioni di esperti a iniziative di sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva, attività di internazionalizzazione del settore, festival e rassegne, attività di conservazione del patrimonio cinematografico e audiovisivo, programmazione di film d’essai.

I beneficiari

Le richieste di contributo possono essere presentate da enti pubblici e privati, università ed enti di ricerca, istituti dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, fondazioni, comitati ed associazioni culturali e di categoria, anche in forma confederale.

Sono contributi a fondo perduto, ossia senza obbligo di restituzione, e sono assegnati tramite appositi bandi.

Tipologie

I sostegni alla promozione sono aiuti di natura selettiva, assegnati da commissioni di esperti a iniziative e manifestazioni finalizzate a  favorire lo sviluppo della cultura cinematografica e audiovisiva, promuovere l’internazionalizzazione del settore e l’immagine dell’Italia, sostenere la realizzazione di festival, rassegne e premi di rilevanza nazionale ed internazionale, promuovere le attività di conservazione, restauro e fruizione del patrimonio cinematografico e audiovisivo, sostenere la programmazione di film d’essai e l’attività delle associazioni nazionali di cultura cinematografica, dalle sale delle comunità ecclesiali e religiose nell’ambito dell’esercizio cinematografico.

Tra le attività sostenute rientrano anche quelle stabilite di concerto con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per il potenziamento delle competenze nel cinema, nelle tecniche e nei media di produzione e di diffusione delle immagini e dei suoni, nonché l’alfabetizzazione all’arte, alle tecniche e ai media di produzione e diffusione delle immagini. A queste attività è destinato almeno il 3 per cento della dotazione del Fondo.

Una percentuale dei sostegni di promozione a fondo perduto è elargito per le attività istituzionali di cui alle finalità ex art. 27 comma 3 della Legge 14 novembre 2016 n. 220   ai seguenti enti:

Oltreché ai suddetti enti, viene elargito anche un contributo annuale all’Accademia del Cinema Italiano-Premi David di Donatello, ai sensi dell’ art 1, comma 352 della Legge 28 dicembre 2015, n.208.

Tutti gli enti destinatari dei predetti contributi sono soggetti a obblighi di rendicontazione sull’utilizzo degli stessi previsti dalla legge, dai regolamenti e/o dagli atti costitutivi di ciascun ente.

Fonti normative

REFERENTI

Servizio II
Dirigente in attesa di assegnazione
Tel. 06. 6723.3248
Email:
PEO: dg-ca.servizio2@beniculturali.it
PEC: dg-ca.servizio2@mailcert.beniculturali.it

Funzionario Responsabile
Rosanna Girardi
Tel. 06. 6723.3245
Email: rosanna.girardi@beniculturali.it

Personale addetto
Agata D’Agata
Tel. 06. 6723.3233
Email: agata.dagata@beniculturali.it

Eduardo Fiorito
Tel. 06. 6723.3225
Email: eduardo.fiorito@beniculturali.it (anche patrocini)

Lucia Mandarelli (progetti speciali)
Tel. 06. 6723.3236
Email: lucia.mandarelli@beniculturali.it

Lorenzina Pacella
Tel. 06. 6723.3255
Email: lorenzina.pacella@beniculturali.it

Roberta Traversetti
Tel. 06. 6723.3257
Email: roberta.traversetti@beniculturali.it

Supporto Cinecittà S.p.A
Sara D’Agostino (acconto e saldi)
Tel. 06. 6723.3319
Email: sara.dagostino@beniculturali.it

Attività di promozione cinematografica e audiovisiva (art. 27 legge 220/2016)

Progetti speciali per il cinema e l’audiovisivo (art. 27 legge 220/2016)

Attività programmazione cinematografica d’essai – sale (art. 27 legge 220/2016)

Piano nazionale del cinema per la scuola (art. 27 comma 1 lett. i) legge 220/2016)